logo

Category : Sensazioni

10 Lug 2018

Vijaia 95-365

Ci conosciamo dal 1974, primo anno di facoltà di ingegneria. Eravamo in un’epoca diversa, c’era ancora il movimento operaio, c’era ancora il movimento studentesco. Con i giovinastri della nostra età condividevamo un desiderio che ci sembrava perfettamente lecito e normale: volevamo – come minimo – cambiare il mondo! Internet era molto lontana e i social si facevano col ciclostile. Adesso era praticamente due anni che non ci vedevamo, lui sta in Argentina da 20 ormai e oggi abbiamo passato una […]

02 Lug 2018
30 Giu 2018

Visibilità 86-365

No, non si tratta di quella di un politico all’interno di un partito. Né di un professore all’interno di un corso di laurea. Né di tante altre incorreggibili primedonne. Alicudi e Filicudi distano dal mio punto di osservazione circa 100 km in linea d’aria, eppure stamattina erano perfettamente visibili. Ustica… si toccava con mano. Il fatto che queste terre lontane fisicamente e psicologicamente (105 abitanti in tutto mi dice google…) possano improvvisamente diventare visibili grazie alla trasparenza dell’aria sembra proprio […]

21 Giu 2018

Cosa ci porterà il giorno? 78-365

Oggi “gioco facile”! Come non avvertire la suggestione?

11 Mag 2018

Estetica ruderale – 37/365-

Oggi vado sul concettuale. Del resto da queste parti ne siamo i maestri assoluti! Basta pensare alla persistenza dei ruderi cittadini risalenti all’ultima guerra o, più banalmente, alla quantità di palazzi moderni con le reti sotto i balconi… E scagli la prima pietra il fotografo siciliano che non abbia praticato il genere tra le macerie di Poggioreale!

26 Gen 2018

Notte

Canta il motore lo accompagna il suono di un rock duro denso, pastoso cos’altro se non lo struggimento d’amore. Batte forte e profondo proprio come la pancia e l’anima. Spero che la strada non finisca mai peccato che la notte perisca.

22 Dic 2017

Alba di scirocco

Alba, vento di scirocco, c’è freddo. Contro il cielo plumbeo una nave da crociera si dirige in porto. Il mare, calmo perchè si vede solo la zona a ridosso di Monte Pellegrino, diventa luminoso per la luce che riesce bassa a filtrare al di sotto delle nuvole. Se non pensiamo alle migliaia di persone che si riverseranno in città per una frettolosissima e stupida visita riusciremmo perfino a cogliere un certo senso “epico”.

18 Set 2017

Statiche e dinamiche

Tra le diverse parti del corpo che possono assumere significati “estesi”, per così dire, parti che danno luogo ad immagini spesso evocative, misteriose, allegoriche, le mani credo siano ai primissimi posti. Generalmente io non fotografo le persone e sempre ho evitato la fotografia di posa, di nudo, di ritratto in senso classico. Da qualche tempo faccio qualche timido tentativo esteso al corpo umano, con immagini mosse e in qualche caso anche sfocate, anche “sporche” nel senso che non sto lì […]

12 Set 2017

Lo Stretto di Messina

Visitare il proprio archivio fotografico suscita domande su se stessi, sul significato che abbiamo cercato di dare alle fotografie, sul senso che abbiamo tentato di comunicare. Soprattutto ci interroghiamo sull’origine del significato e su quanto abbia influito sul modo di fotografare e sulla scelta delle fotografie. Tra le altre cose ieri ho visto nuovamente una serie che ho realizzato nel dicembre del 2008 e ho provato nuovamente quelle sensazioni di “magia” che mi avevano guidato. Provo ad esplicitarle. Intanto un […]

31 Mag 2015

Alberi e confini

L’albero è una sorta di scultura naturale: esplicitamente manifesta il suo insieme di relazioni e interazioni  col suolo , con la roccia, con l’acqua, con le sostanze organiche. E soprattutto con lo spazio e la luce, le grandezze dello sconvolgimento dei fisici del secolo scorso, le grandezze einsteiniane. E infatti l’albero può essere senza tempo. Pensiamo alle sequoie nordamericane la cui vita si misura in millenni, ma anche all’ulivo che nell’area del mediterraneo è forse l’essenza più longeva. Si tratta […]